Philoxenia
  • Πληροφορίες προορισμού
    • Generic selectors
      Exact matches only
      Search in title
      Search in content
  • Ξενοδοχεία
    • Generic selectors
      Exact matches only
      Search in title
      Search in content
  • Car rentals
    • Generic selectors
      Exact matches only
      Search in title
      Search in content

Kalavrita: La storica e pittoresca città dell’Achaia

Kalavrita


Kalavrita è una delle città più storiche della prefettura di Achaia ed è costruita a un’altitudine di 756 m., sul luogo dell’antica Kynetha. La città di Kalavrita si trova a 77 km a sud-est di Patrasso. Puoi andare a Kalavrita attraverso Chalandritsa o Diakopto o attraverso il fantastico percorso Diakopto-Kalavrita con la ferrovia a cremagliera (Odontotos).

Kalavrita è una città di montagna, che si trova a solo un’ora dalle meravigliose spiagge del Golfo di Korinthiakos e offre al visitatore la possibilità di combinare vacanze, montagna e mare. Ci sono numerosi hotel, pensioni, caffè, ristoranti e taverne tradizionali per le esigenze di tutti i visitatori.

Mappa di Kalavrita

A Kalavrita, il visitatore può trovare molti interessanti e importanti monumenti archeologici, storici e religiosi come il Sito Archeologico dell’Antica Lousi, il Luogo del Sacrificio del popolo di Kalavrita con la statua della Madre Greca, il Museo Civico dell’Olocausto, il Palazzo di Paleologina, il Santo Monastero di Agia Lavra, il Santo Monastero di Mega Spileo, il Santo Monastero di Makellaria, il Santo Monastero di San Nikolaos Vlasias, la chiesa di Panagia Plataniotissa e altri piccoli e grandi monumenti che presentano la grande storia e la cultura della zona.

Il sito archeologico di Ancient lousi si trova vicino al villaggio Lousiko del comune di Kalavryta. L’Istituto Archeologico Austriaco ha scoperto l’importante città arcadica Lousi e gli scavi continuano. È già stato scoperto il tempio di Artemide Imerisia, edificio del 3° a.C. secolo, il mercato cittadino e molte residenze private.

Il luogo del sacrificio è uno dei monumenti speciali di Kalavryta; si trova a est della città, a 500 m dal centro, sulla collina di Kapi sulla strada per il centro sciistico. Lì, sulla collina di Kapi, il 13 dicembre 1943, furono giustiziati tutti gli uomini di età pari o superiore a 14 anni, dai conquistatori tedeschi. Oggi, sulla collina c’è una grande Croce. Alle colonne che circondano la macchia centrale sono scritti tutti i nomi delle famiglie delle vittime e alla catacomba ci sono piccole lucerne una per ogni famiglia.

Accanto alla catacomba domina la scultura in pietra della madre ferita, simbolo del Comune che ha creato l’artista Anna Vafia. Ogni anno il 13 dicembre, dopo il requiem presso la chiesa cattedrale della città, una lugubre processione si conclude al Luogo del Sacrificio, dove si tiene una preghiera commemorativa.

Il Museo Municipale dell’Olocausto del popolo di Kalavrita è uno dei monumenti più storici di Kalavrita, un luogo storico legato al periodo della dominazione tedesca e principalmente all’orribile tragedia del 13 dicembre 1943.

Il Palazzo della Paleologina è un edificio restaurato di rara bellezza, del XV secolo. Si trova in Agiou Alexiou Street e trasporta il visitatore ai tempi in cui visse la gloriosa famiglia Paleologi.

Monasteri di Kalavrita

Il monastero storico di Agia Lavra si trova a 5 km da Kalavrita ed è stato costruito nel X secolo da un eremita. Fu completamente bruciato dai turchi nel 1585 e nel 1827 e dai tedeschi nel 1943. Successivamente fu ricostruito e prese la sua attuale posizione e forma. Nel 1821 fu il centro della rivoluzione greca contro la dominazione turca. Fu il luogo in cui fu innalzato lo stendardo della Rivoluzione Greca e si svolse il giuramento dei combattenti da parte del Paleon Patrono Germanos.

I reperti più preziosi del monastero sono lo stendardo della Rivoluzione Greca del 1821, l’icona di San Giorgio, il Vangelo che fu donato dall’imperatrice di Russia Caterina B’, i paramenti ricamati con oro del Palion Patrono Germanos ecc.

Mega Monastero di Spileo. Il Santo Monastero si trova al 10° chilometro della Strada Nazionale Kalavrita-Pounta-Patrasso-Atene ed è costruito in un paesaggio impressionante all’ingresso di una grotta naturale, ad un’altezza di 924 m. Fu costruito nel 362 dai monaci Simeone e Teodoro di Salonicco che ebbero una visione per andare in Acaia e trovare la Sacra Icona della Vergine Maria fatta di lentisco e cera, dall’evangelista Lucas. Le pareti della chiesa del monastero sono decorate con affreschi del 1653. Lì troverai anche Vangeli e paramenti fatti a mano.

Il Santo Monastero dell’Assunzione della Vergine Maria di Makellaria si trova sul lato destro del fiume Selinountas, di fronte al villaggio di Lapanagi del comune di Kalavrita, a una distanza di 30 km dalla città di Kalavrita. È stato costruito dal generale di Ioustinianos, Velisarios nel 532 d.C. Nel mezzo del monastero si trova la chiesa della Vergine Maria. I tesori più preziosi del Monastero sono l’Icona Miracolosa della Vergine Maria e l’orcio con l’Olio Miracoloso.

Il Santo Monastero di San Nicola di Vlasia si trova sopra il villaggio di Vlasia, in cima a una montagna ricoperta di vegetazione, che secondo la tradizione fu costruita nel VII secolo d.C. da un monaco di Agio Oros. Il Monastero fu bruciato tre volte e fu ricostruito tre volte. In passato 100 monaci vivevano al Monastero ma oggi è deserto. Dal cortile del Monastero la vista è eccellente e presenta le cime delle montagne di Erymanthos e la valle del fiume Selinountas.

Il Santo Monastero di Panagia Plataniotissa si trova a una distanza di 30 km dalla città di Kalavrita sulla strada di Kalavrita-Aigio (attraverso Fteri). La piccola chiesa di Panagia Plataniotissa ha la forma di una cavità di platano, che nasce dall’unione di tre platani che sono cresciuti e uniti insieme per creare questo mirabile miracolo della natura. L’altezza del platano è di circa 25 m, il suo perimetro fino alla base è di 16 m e la sua capacità è di 20 persone. La chiesa si celebra l’8 settembre.

[/ppmtoggle]

Attrazioni naturali di Kalavrita

L’area di Kalavrita offre anche molti paesaggi di impareggiabile bellezza e campioni d’arte eccezionali creati solo dalla natura:

Ferrovia Vouraikos Gorge-Odontotos (Rack). La ferrovia a cremagliera di Diakopto-Kalavrita e il suo meraviglioso percorso nella gola del fiume Vouraikos sono uno dei luoghi più belli della Grecia ed è menzionato come il percorso ferroviario più spettacolare dei Balcani.

La particolarità della gola è il trenino che la attraversa. La costruzione della ferrovia fu decisa durante il governo di Trikoupis, secondo un grandioso piano per collegare tutte le aree della Grecia su rotaia. Questo lavoro terminò nel 1895. Diakopto si trova a 22 km da Kalavrita e il corso dura 1 ora.

Il treno Odontotos offre ai suoi passeggeri un percorso affascinante attraverso paesaggi incolti, imponenti forme rocciose e cascate per continuare fino al punto più stretto chiamato “Portes” (porte) da dove il treno passa attraverso un tunnel.

Accanto alle linee c’è un sentiero che è segnalato come Sentiero Europeo E4 ed è utilizzato da escursionisti greci e stranieri. Il corso dura circa 6 ore per la discesa e circa 7-8 ore per la salita. Ogni anno la terza domenica di maggio è organizzata dall’Associazione di Arrampicata e Sci di Kalavrita, il Passo Greco con la partecipazione di centinaia di alpinisti ed escursionisti.

Spileo Limnon (Grotta dei Laghi) si trova vicino al villaggio Kastria del comune di Lefkasiou, sulla strada di Patra-Kalavrita-Klitoria-Tripoli. Si trova a 17 km dalla città di Kalavryta, a 9 km da Klitoria ea 60 km da Tripoli.

La grotta è una rara creazione naturale che offre corridoi labirintici, misteriose gallerie e speciali stalattiti e stalagmiti. Alloca laghi ripetuti, terrazzati, a tre piani, il che lo rende molto speciale a livello globale.

Ydata Stygos (acqua Styga) si trova presso l’imponente e roccioso Neraidorachi del monte Chelmos ad un’altitudine di 2.100 m. È un’imponente cascata che è modellata dalla caduta dell’acqua da un’altezza di 200 m e sfocia nel fiume Krathis. Gli antichi greci credevano che l’acqua di Stige custodisse l’Ade e terrorizzasse gli dei e i mortali che giuravano bugie.

La vite di Pafsania si trova sopra la strada di Klitoria-Tripoli, a Chani Kotsioleti di Sella, a 10 km da Klitoria. Lì troverai tre imponenti tronchi enormi su lecci perenni, accanto all’antica chiesetta di San Nikolaos. Il vitigno prese il nome perché anticamente Pafsania lo visitava. Sembra che l’età della vite sia di almeno 3.000 anni ed è ufficialmente caratterizzata come monumento naturale.

Il centro sciistico di Kalavrita si trova a 14 km dalla città di Kalavrita, è molto ben organizzato e ha 100.000 visitatori ogni anno, principalmente giovani, sciatori di tutti i livelli. Il comprensorio sciistico dispone di ampi spazi per parcheggi, servizi di pronto soccorso, due baite, negozio di noleggio e vendita attrezzatura e due scuole di sci. C’è anche un grande chalet finlandese in legno di 1.200 mq. che si trova accanto al parcheggio e offre un servizio di fast food e una caffetteria ben organizzata.

Inoltre vi è un fabbricato per varie occasioni di 700 mq. in loco Vathia Lakka con mensa, spazi ad uso pubblico al servizio degli sciatori, wc e parcheggio per i rulli da neve. Le strade sono solcate 24 ore su 24 da tre spazzaneve, mentre cinque rulli da neve si occupano della preparazione delle piste ogni notte.

Il comprensorio sciistico offre sette impianti di risalita, dodici piste di 20 km di lunghezza complessiva con vari livelli di difficoltà.

 

[/ppmaccordion]

Kalavrita Video

Kalavrita Photos