Philoxenia
  • Πληροφορίες προορισμού
    • Generic selectors
      Exact matches only
      Search in title
      Search in content
  • Ξενοδοχεία
    • Generic selectors
      Exact matches only
      Search in title
      Search in content
  • Car rentals
    • Generic selectors
      Exact matches only
      Search in title
      Search in content

Pylos: la baia naturale più grande del Peloponneso

Pylos


Πύλος, Μεσσηνία

Pylos è una piccola e pittoresca cittadina balneare, situata nel sud-ovest della Messinia. Dista 52 km dalla città di Kalamata e conta circa 2.500 abitanti. Pylos è costruita ad anfiteatro nell’apertura meridionale della baia di Navarino, dove si svolse la storica battaglia, ed è definita dall’isola Sfaktiria.

Pylos è il più grande porto naturale del Peloponneso e allo stesso tempo una delle mete turistiche più interessanti della Messinia, grazie alla gloriosa storia e alla ricca bellezza naturale della zona.

La battaglia navale di Navarino tra la flotta alleata e quella turca, tenutasi il 20 ottobre 1827, fu una vittoria storica che contribuì alla liberazione della Grecia dal giogo turco.

Mappa di Pylos

Secondo Omero, Pilo era il regno di Nestore. Tuttavia, la posizione attuale non è identica a quella dei tempi omerici. Oggi la storica città di Pylos è stata costruita nel 1828 dall’esercito del generale Maison.

La città di Pylos ricorda l’isola per la particolare architettura e il colore delle sue case. Pylos ogni estate attira molti turisti che la visitano per ammirare i suoi monumenti storici e il paesaggio pittoresco.

Da Pylos arriva Kostis Tsiklitiras, il famoso campione olimpico di salto in alto ai Giochi Olimpici di Stoccolma nel 1912. La sua casa esiste ancora, e recentemente restaurata dal Comune di Pylos, per fungere da centro culturale, che ospiterà la biblioteca- galleria del comune.

A Pylos ci sono molte attrazioni storiche e naturali. Tra questi, Paleokastro, Niokastro, la grotta di Nestore, la laguna di Gialova, l’area di Voidokilia ecc. Inoltre, gli imponenti alberi secolari che dominano la piazza di Trion Navarchon, in centro, combinati con i panorami mozzafiato dell’isola di Sfaktiria creano un’atmosfera idilliaca separata.

Pylos è una bellissima città per tranquille vacanze estive, poiché oltre ai luoghi interessanti ha anche spiagge meravigliose. Goditi il ​​sole e il mare, scegliendo tra spiagge sabbiose o di ciottoli, isolate o affollate e pratica sport acquatici nel blu del Mar Ionio.

Oltre ad altre caratteristiche, Pylos ha una notevole infrastruttura turistica. Una vasta gamma di hotel e appartamenti per tutti i gusti è a vostra disposizione, offrendovi un soggiorno piacevole e confortevole. Numerosi sono anche i ristoranti e le trattorie dove gustare, tra l’altro, pesce fresco e prelibatezze della cucina tradizionale messiniana.

Pylos con il glorioso passato, la bellezza genuina e la calda ospitalità dei suoi abitanti, ti aspetta e promette di regalarti esperienze indimenticabili.

Sapori e prodotti regionali

A Pylos e in tutta la Messinia troverai una ricca cucina tradizionale e tanti prodotti locali freschi. I principali prodotti agricoli prodotti in Messinia sono olive, uva, uvetta, fichi, agrumi e ortaggi.

Alcuni dei sapori distinti della cucina locale sono il salato, lo stufato di capra, il merluzzo fritto con salsa all’aglio, l’arrosto di maiale e unico per il suo gusto e la qualità delle salsicce affumicate con salvia.

Prova anche le meravigliose salse, lalagia e ladokouloura (involtini con olio d’oliva). Non dimenticate di acquistare le famose olive Kalamata, miele, cioè di ottima qualità, pastelli, ouzo, aceto balsamico, trachana, tagliatelle ed erbe aromatiche.

Eventi culturali

Numerosi eventi culturali nella città di Pylos durante tutto l’anno. La prima metà di agosto è organizzata a Pylos la “Tsiklitiria“, della durata di quattro giorni e comprende gare come nuoto, vela, ecc.

La festa della Madonna di Gorgopigi Pylos, il 23 settembre. Il 20 ottobre ha celebrato l’anniversario della battaglia di Navarino a Pylos.

Attrazioni di Pylos

Piazza Trion Navarchon: si trova nel centro di Pylos ed è una vera attrazione per la città. Nella piazza sorge l’omonimo monumento in onore degli ammiragli Kodrigkton, Derigny, Heyden, che guidarono la storica battaglia di Navarino. Il monumento è opera dell’artista messiniano Thomopoulou e l’inaugurazione avvenne nel 1930. Su entrambi i lati del monumento si trovano due cannoni di ottone, uno veneziano e uno turco, trasportati dal forte Niokastro. Nella piazza Trion Navarchon puoi goderti il ​​tuo caffè all’ombra e al fresco degli imponenti platani secolari, mentre ti godi una splendida vista sull’isola di Sfaktiria.

Paleokastro: a nord di Pylos, in una baia eccezionalmente bella di Voidokilia domina Paleokastro, offrendo una magnifica vista sul Mar Egeo. Paleokastro o Palionavarino fu costruito nel 1287, nel sito fortificato dell’antica acropoli di Pylos. Paleokastro ha svolto un ruolo importante in tutti gli eventi militari di Pylos, fino alla costruzione di Niokastro, sul lato sud del porto, dopo l’insabbiamento nello stretto di “Sykies” da parte dei turchi.

Niokastro: All’ingresso sud del porto, sulle rocce, si erge l’imponente Niokastro. Il nome “Niokastro” contrasta con il precedente castello “Palaiokastro”. La costruzione del forte iniziò nel 1573 ad opera dei Turchi, che volevano controllare l’ingresso meridionale della baia di Navarino. Dopo essere passata in possesso di vari popoli, dopo la liberazione della Grecia durante la seconda guerra mondiale, fu adibita a lungo a carcere prima di essere attribuita al Servizio Archeologico. All’interno del castello si possono vedere, tra gli altri, l’Acropoli, il Tempio della Trasfigurazione e ammirare la ricca collezione del filelleno francese Rene Puaux.

Kamares – Hydragogio (Archi – Acquedotto): Nell’area di Kamares, 1 km a sud-ovest della piazza Trion Navarchon, ci sono parti di due acquedotti, che furono costruiti per l’approvvigionamento idrico di Niokastro. I visitatori rimarranno stupiti dalla rete idrica veneziana. L’area prende il nome dai presunti portici continui dell’antico acquedotto veneziano.

Museo Antonopoulos: Ospita reperti provenienti da scavi nell’area di Pilo, che sono cronologicamente collocati in epoca micenea, achea, ellenistica e romana. Qui si può anche ammirare una parte di una grande collezione di reliquie che era stata raccolta dal francese René philhellene Puaux e offerta a Pylos per formare una prima componente del Museo di Navarino. Nel giugno 1930, il comune di Pylos dichiarò René Puaux cittadino onorario per ringraziarlo del suo prezioso contributo. La costruzione del museo fu completata nel 1958 con una donazione del dentista Christos Antonopoulos, originario di Pedasus ed immigrato in America.

La casa di Kostis Tsiklitiras: Pylos è il luogo di nascita del campione olimpico Kostis Tsiklitiras. Sulla strada litoranea del paese si trova la casa, che presto ospiterà la Biblioteca-Galleria Comunale. Kostis Tsiklitiras ha vinto la medaglia d’oro nel salto in lungo alle Olimpiadi di Stoccolma nel 1912. Durante le guerre balcaniche ha chiesto di essere in prima linea nella battaglia, anche se potrebbe essere come olimpico trovato nella parte posteriore. Lì fu contagiato da una meningite e morì sei mesi dopo la grande onorificenza di Stoccolma.

Il Palazzo di Nestore: Situato a 15 km da Pylos, sulla collina di Englianos, è il palazzo miceneo meglio conservato e si differenzia dagli altri per essere circondato da mura ciclopiche. Nel complesso gli edifici sono ufficialmente appartamenti, enoteche, credenza e laboratori. Si distinguono la grande ‘sala del trono’ rettangolare con il camino circolare, il bagno con il lavabo in ceramica, e i magazzini con i numerosi vasi di stoccaggio. Il palazzo aveva due piani ed era decorato con murales colorati. Fu distrutto da un incendio alla fine del XIII secolo a.C. Dal palazzo si può godere di una splendida vista sulla baia di Navarino e sulla laguna di Voidokilia.

Isole Sfaktiria-Tsichli Mpampa-Helonaki: Di ​​fronte al porto di Pylos si trova l’isola di Sfaktiria. Sull’isola c’è un monumento agli eroi greci nella battaglia di Sfaktiria, tra cui i nomi di Tsamados, Sahinis e Anagnostaras. Qui si trovano anche il monumento maschile dell’ufficiale francese, la tomba del filelleno Paolo Bonaparte, nipote di Napoleone, il monumento del conte filelleno Santarosa, morto nella battaglia di Sfaktiria, il monumento ai caduti russo nella battaglia di Navarino, il cappella dell’Ascensione (Panagoula) e la chiesa in stile russo di San Nicola. Sul lato sud di Sfaktiria si trova l’isolotto di Tsichli Mpampa, dove si trova il monumento agli eroi francesi nella battaglia di Navarino. L’isola di Helonaki si trova nel porto di Pylos dove si trova il monumento ai caduti britannici nella battaglia di Navarino.

La Laguna di Yalova: La posizione e la configurazione di Pylos, rendono l’area un habitat importante. La laguna di Gialova o Divari, è un luogo di unica bellezza e importanza naturalistica, ed è stata designata come area Natura 2000. L’area della laguna è ricca di flora e fauna, ed è una stazione di immigrazione per numerosi uccelli. La laguna della Gialova è l’unica parte d’Europa, dove trova rifugio il Camaleonte africano, specie in via di estinzione. I visitatori possono essere guidati alla laguna dai volontari della Società Ornitologica Greca, osservare gli uccelli con i telescopi e conoscere il valore ecologico dell’area.

Polylimnio: Sulla rotta da Pylos a Messinia, nella comunità Xaravgi del comune di Voufrados, si trova Polylimnio, un bellissimo gruppo di molti laghetti che creano bellissime cascate a causa del terreno accidentato. La cascata di Kadis cade da un’altezza di 25 metri, creando uno spettacolare scenario naturale.

Chiese: A Pylos vale la pena visitare la maestosa chiesa di Panagia Myrtidiotissa, la cappella di San Nicola con i suoi magnifici panorami, e le chiese di San Salvatore e della Vergine Ripainas.

Zona circostante di Pilo

Methoni: Sulla punta sud-occidentale della Messinia ea soli 61 km dalla città di Kalamata troverai Methoni. Methoni è una bellissima città di mare con panorami unici. Durante i mesi estivi attira molti visitatori ed è adatto per tranquille vacanze in famiglia.

Secondo Pausania, il primo nome della città era Pidasos. Omero la menziona come una delle sette città che Agamennone aveva promesso ad Achille durante la guerra di Troia.

Spiagge di Pilo

Spiaggia di Gialova: è un’ampia spiaggia sabbiosa con acque blu. Il marchio di fabbrica della spiaggia è la barca capovolta. Qui puoi nuotare, prendere il sole e noleggiare attrezzature per windsurf e canoa per praticare attività acquatiche. Proprio sulla spiaggia ci sono ristoranti e caffè dove puoi gustare cibo o caffè.

Spiaggia di Voidokilia: è probabilmente la spiaggia più popolare di tutta la Messinia. Si tratta di una spiaggia di sabbia finissima, che forma una baia quasi perfettamente rotonda racchiusa all’interno di acque turchesi e cristalline.

Poiché la baia di Voidokilia è considerata un sito archeologico, l’area non è toccata dalle infrastrutture turistiche. Sebbene la spiaggia di Voidokilia riceva molti visitatori, c’è una bella tranquillità, che la rende l’ideale.

Spiaggia di Chrysi Ammos (sabbia dorata): questa è una bellissima e tranquilla spiaggia ricoperta di sabbia fine, con splendide viste sulla baia di Navarino e sull’isola di Sfaktiria. Vicino alla spiaggia troverai il campeggio.

Spiaggia di Romanos: Nel villaggio di Romanos c’è una bellissima spiaggia lunga. È costituito da sabbia fine e offre vari luoghi ombrosi. Sopra la spiaggia c’è abbastanza spazio per il parcheggio.

[/ppmtoggle]

Come arrivarci

Pylos si trova a 52 km da Calamata.

Da Atene si può raggiungere Pylos se si segue la Strada Nazionale Atene-Corinto-Tripoli e poi la strada Tripoli-Megalopoli-Kalamata. Una volta raggiunta Kalamata, segui le indicazioni per Pylos. La distanza è di 305 km.

Da Patrasso puoi raggiungere Pylos se segui la strada nazionale Patrasso-Pyrgos, quindi segui la strada Pyrgos-Kyparissia. Dopo essere arrivati ​​a Kyparissia, seguire le indicazioni per Pylos. La distanza è di 216 km.

Ci sono itinerari giornalieri in autobus da Atene, Patrasso e Salonicco a Kalamata. Ci sono anche collegamenti ferroviari regolari da Atene e Patrasso a Kalamata.

Kalamata è raggiungibile in aereo da Atene El. Aeroporto di Venizelos. Inoltre, la contea è collegata a Kythira e Kissamos.

Numeri utili a Pylos (Prefisso 0030)

Municipality of Pylos
27230 22221, 28038
Port Authority Pylos
27230 22225
Pylos Hospital
27230 22315
Archaelogical Myseum Pylos
27230 22448
Health Center Pylos
27230 23777-8
Railway Station (OSE) Kalamata
27210 95056
Police Station Pylos
27230 22100, 22136
Bus Station Kalamata
27210 23147
Tourist Police Pylos
27230 23733
Port Authority Kalamata
27210 22218

[/ppmaccordion]

Pylos Video


Pylos Photos